Continuano gli incontri nella Scuola Regina Carmeli

Suor Miriam Bo

Giovedì 16 marzo la Scuola Regina Carmeli si è riempita del vivace vociare dei bambini fuori orario. E la bellezza sta proprio in questo “fuori orario” perché una casa non conosce orari; giorno e notte “ospita” la sua famiglia che vive ventiquattr’ore su ventiquattro. E la scuola delle Suore Carmelitane si vuol definire una casa, o meglio, una famiglia in cui tutte le famiglie possano sentirsi una famiglia a casa propria. E così si è tenuto uno della serie di incontri previsti per ciascuna classe della Scuola Primaria e della Scuola dell’Infanzia, questa volta rivolto alle famiglie della classe quarta. Dopo l’accoglienza in cortile è seguito un breve, ma intenso momento di preghiera in cui si è ravvivato il senso del tempo che stiamo vivendo, la Quaresima focalizzando l’attenzione sulle tre parole chiave che guidano il cammino in preparazione alla Pasqua: preghiera, digiuno e carità. I bambini hanno prestato il loro cuore e la loro voce ai grandi e hanno pregato per tutti.

Caro Gesù, sei sempre nel mio cuore. Ti voglio bene e per favore proteggi la mia famiglia, gli zii, i nonni e tutti quanti. Gaia

Dio, spero che tutti diventino più buoni più buoni e che il tuo Santo Spirito migliori il mondo. Dio, fa’ che tutto questo succeda.  Francesco

Gesù, fa’ che io sia buono e che smettano le guerre nel mondo, fa’ che gli emigrati possano essere accolti. Fa’ che nessuno conosca la fame e la sete nel mondo, fa’ che tutti trovino una casa, un lavoro, una vita e una speranza. Amen. Giuseppe

Gesù, aiutaci ad amare di più. Davide

Caro Gesù, aiutaci ad essere più rispettosi nei confronti delle maestre, dei compagni e dei nostri familiari. Dobbiamo aiutare anche i poveri donando loro dei vestiti o un pezzo di pane. Noi non capiamo, però, che siamo poveri d’amore ed è peggio di non avere una casa, non andare a scuola oppure non avere soldi. Amen. Benedetta C.

Gesù, aiutaci a combattere contro il male; questo aiuto lo chiediamo a te, perché tu sei amore, luce, pace. Bendetta S.

Gesù, ti voglio pregare per i bambini che soffrono e anche affinché le guerre finiscano. Gesù, ti prego ancora per gli affamati e anche per i sofferenti. Sara

 

Il cuore della serata è stato l’incontro con i genitori in cui sono stati offerti alcuni spunti di riflessione sul primo capitolo dell’Amoris Laetitia. I temi della tenerezza, della gioia, della festa, della Parola di Dio al centro della famiglia hanno provocato interrogativi, suscitato una concreta condivisione e soprattutto offerto un inizio di una profonda riflessione sulla propria famiglia.

Il tutto si è concluso come una vera famiglia di famiglia sedendo alla stessa tavola! E la festa è riuscita soprattutto quella del cuore e del desiderio di fare famiglia e di prendersi a cuore la famiglia in un tempo in cui nulla sembra favorirla.